7 motivi per cui sbagli a usare il profilo Facebook per la tua attività

Facebook, con il suo miliardo di utenti, è uno strumento potenzialmente prezioso per ogni attività, ma per sfruttarne tutti i vantaggi bisogna usarlo nel modo giusto. Il primo errore che commettono molti utenti è creare per il proprio business un profilo utente anziché una pagina fan.
Se anche tu sei incappato in questo sbaglio, stai per vedere cosa perdi e come rimediare.

creazione pagina Facebook

Con la pagina non posso creare le amicizie, quindi faccio il profilo

Solitamente il profilo personale viene creato o perché non si sa costruire una pagina, o perché si pensa sia più facile raggiungere gli utenti (e potenziali clienti) tramite il meccanismo della richiesta di amicizia. Questa scelta si rivela però, in modo inconsapevole per l’utente, molto controproducente perché limita parecchio il potenziale di comunicazione che invece può fornire una pagina fan.

Quali vantaggi avrei con la pagina?

1) La pagina non ti verrà mai bloccata, cosa che non può essere garantita per un profilo. Le policy di Facebook parlano chiaro: i profili personali sono riservati alle persone fisiche, mentre le pagine possono essere associate ad attività, personaggi e molte altre categorie.
2) Il profilo personale può raggiungere al massimo 5000 amici, mentre la pagina fan non ha limiti.
3) Facebook ha dotato ogni pagina di una sezione di statistiche che riguardano gli utenti della pagina e quelli che, anche indirettamente, hai raggiunto. Grazie alle statistiche puoi capire quali post sono più efficaci e studiare età e località degli utenti che interagiscono coi tuoi contenuti, quindi ti forniscono informazioni fondamentali per gestire la pubblicità.
4) Le pagina hanno a disposizione dei campi di informazioni in più rispetto ai profili: puoi inserire ad esempio gli orari di apertura, informazioni sul tipo di parcheggio disponibile presso la tua attività, la fascia di prezzo.
5) Puoi creare annunci pubblicitari a pagamento che verranno mostrati agli utenti di Facebook, filtrandoli in base alle loro caratteristiche: età, località, sesso, interessi e molto altro. Grazie agli annunci potrai raggiungere migliaia di utenti anche con un budget limitato.
6) Puoi permettere ad altri utenti di gestire la pagina scegliendo quali privilegi concedere (gestore, creatore di contenuti, moderatore, inserzionista, analista delle statistiche).
7) Puoi dotare la tua pagina di tab, ovvero quei rettangoli che si trovano subito sotto l’immagine di copertina, ai quali possono essere associati contenuti personalizzati, come per esempio una pagina dedicata ad un prodotto o tutti i video del proprio canale Youtube.

Ok, mi hai convinto, ma ormai ho il profilo

Se hai già creato un profilo personale e ormai non vuoi perdere tutti gli “amici” creando una pagina, puoi effettuare una conversione: Facebook mette a disposizione uno strumento che, partendo da un profilo personale, crea una pagina con lo stesso nome e con gli stessi amici convertiti in fan.
Poiché quest’operazione causa la perdita di tutti i post pubblicati, ti consiglio di scaricare una copia di tutti i tuoi dati andando a questo indirizzo https://www.facebook.com/settings?ref=mb  e cliccando su “Scarica una copia”, subito sotto la dicitura della lingua; nell’arco di qualche ora potrai scaricare un archivio compresso con i tuoi messaggi, le immagini e i post.
Un volta salvati i dati, dal computer che utilizzi solitamente per accedere all’account (pena blocco temporaneo del profilo), devi andare a questo indirizzo: http://www.facebook.com/pages/create.php?migrate e scegliere il tipo di attività tra quelli disponibili; una volta effettuato questo passaggio Facebook inizierà a convertire i tuoi amici in fan (la conversione non è istantanea, se per esempio hai 2000 amici, potrebbero volerci 5 minuti).

In conclusione

Facebook non effettua controlli serrati sugli utenti, quindi il rischio che un profilo non associato ad una persona venga bloccato per violazione delle policy non è alto, ma visti i vantaggi, il mio consiglio è sicuramente di utilizzare un pagina per la propria attività, coinvolgendo gli utenti con contenuti interessanti e divertenti e utilizzando gli annunci a pagamento.

E tu hai già fatto il passaggio alla pagina? Condividi nei commenti la tua esperienza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *