Siti web a 100 euro: 5 motivi per evitarli

Arriva il giorno in cui capisci che il tuo Hotel, affacciato sulla splendida passaggiata di Vareggio, ha bisogno di qualcuno che si occupi della realizzazione del tuo sito web perché non basta più solo essere in una splendida posizione per attirare nuovi clienti, quindi cerchi qualche professionista a cui affidare il lavoro, ma tutti ti chiedono cifre che variano dai € 600,00 a più di € 2.000,00 e non sai che pesci prendere perché non hai idea di quanto possa costare un sito, ma sai sicuramente che vuoi spendere il meno possibile.

mani tengono banconota da 100 euro

Il salvatore

A un certo punto però arriva lui, Guglielmo, che è tuo cugino di quarto grado/amico di un amico/studente universitario e ti dice che può farti un sito a 100 euro, bello come quello che avrebbero fatto quegli avidi che ti chiedono molti più soldi e che puoi farti essere primo su Google con i trucchi che lui conosce perché dice “basta mettere le keyword giuste” e ti strizza l’occhio, allora anche tu glielo strizzi e quasi vi volete abbracciare dalla gioia di esservi trovati.

5 cose che Gugliemo non ti dirà mai

A questo punto della storia però devi fermarti e riflettere, perché l’investimento che stai per fare è sicuramente sbagliato. Vediamo perché:

1) Il design sarà un disastro

È fondamentale che un sito abbia una bella grafica e che sia navigabile in modo semplice. Il template verrà progettato da Guglielmo? Sì? Il risultato potrebbe essere questo. L’eventualità migliore è l’acquisto di un template già pronto, ma in questo caso potresti fare tutto da solo.

2) Il sito non sarà trovato da nessuno

Guglielmo ti garantisce che sarai primo su Google quando gli utentei cercano “Hotel PincopalloRossoeGiallo”, fantastico! Ma i tuoi potenziali clienti non ti troveranno mai, perché non cercheranno il tuo nome, ma “Hotel Viareggio” o “i migliori hotel di Viareggio” o “recensioni hotel Viareggio”. Con 100 euro questo risultato non si può ottenere, nemmeno se Guglielmo te lo giura su tutto il suo albero genealogico. Molte aziende spendono migliaia di euro per il posizionamento dei propri siti su Google, e lo fanno, non perché abbiano soldi da buttare, ma perché è un investimento che genera un ritorno.

3) I contenuti hanno bisogno di una cura professionale

“Che problema c’è coi testi? Li scriverò io, magari coi suoi consigli!” starai pensando. Quello che Guglielmo non ti dice è che i testi, assieme a foto, audio e video, sono la parte fondamentale del sito, e devono essere di alta qualità per farti raggiungere i tuoi obiettivi, quindi deve essere un copywriter o un blogger professionista a curarli per te.

4) Quanti risultati (non) avrai

Ricapitoliamo: design scadente o poco curato, testi non professionali, assenza di posizionamento. Dove vorrebbe farti arrivare Guglielmo con questo sito? Sicuramente non lontano.

5) Spenderesti comunque troppo

Esistono molti servizi che ti permettono di creare un sito web gratis e sono semplici da usare, come come Wix, Jimdo e Weebly. La qualità del risultato sarebbe sicuramente uguale al lavoro di Guglielmo, forse anche migliore. Allora, se tanto non avrai risultati, il sito non sarà posizionato bene, i testi non saranno scritti da un copywriter e il design sarà scadente o standard, chi te lo fa fare di spendere 100 euro?

In conclusione

Ovviamente Guglielmo non è furbetto, ma semplicemente manca di esperienza e crede che sia tutto semplice.
Un professionista al tuo fianco è sicuramente la persona giusta per portare la tua attività sul web e proprio perché non costa due spiccioli, se è bravo, può farti ottenere risultati che ti ripagano ampiamente la spesa iniziale.

E tu hai avuto qualche esperienza con siti a 100 euro?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *